RSS

RENT TO BUY … I VANTAGGI

05 Ott

Per alcune categorie di persone il RENT TO BUY è spesso l’unica alternativa per comprare casa, vediamone in breve i vantaggi/soluzioni per queste categorie di soggetti.
Dividiamo queste categorie in chi : “ DEVE ACQUISTARE “ e chi invece “ DEVE VENDERE “.

Per chi deve ACQUISTARE.

Prima tra tutte, nella categoria di chi deve acquistare metterei la categoria di soggetti che non ha ancora uno “ STORICO CREDITIZIO ” ben posizionato, vuoi per la loro giovane età, vuoi per averRentToBuy2 da poco aperto un conto corrente, vuoi per essere stati da poco assunti, vuoi perché stanno venendo fuori da situazioni critiche, non ultimo per essere da poco in Italia.

Poi la categoria di coloro che stanno già creandosi uno storico creditizio positivo e necessitano ancora di qualche anno.

Ancora coloro che pur avendo un reddito adeguato, pertanto potrebbero accedere ad sistema bancario, non hanno disponibilità sufficienti per dare un 30% di anticipo del prezzo dell’immobile, ma potrebbero benissimo poterne dare il 10/15% come acconto, la metà o a volte anche meno.

Inoltre coloro che vogliono acquistare una nuova casa, ma hanno da vendere la loro, con il Rent to buy, potranno subito prendere possesso della nuova, senza rischiare di perderla e con calma vendere la propria senza affrettarsi a svenderla.

Coloro che non intendono intestarsi subito l’unità immobiliare, ma aspettare per esempio che uno dei figli diventi maggiorenne ed intestare la nuova casa a loro.

Vediamo ora i vantaggi per chi deve VENDERE, Privati o Costruttori

Convenienza per i Privati

Per i privati, ad esempio le seconde case a mutuo per le quali, inizia ad essere difficile arrivare a pagare le rate del mutuo, si può con il RENT TO BUY, alienare più velocemente l’unità immobiliare e con l’ acconto pur minimo ricevuto, saldare eventuali rate scoperte, tramite i versamenti mensili successivi dell’inquilino-futuro proprietario, coprire le scadenze successive e ciò in attesa di perfezionare la vendita e saldare il residuo mutuo, magari ricavandoci anche un piccolo gruzzolo.

Ancora ci si può trovare nella circostanza di dover vendere la propria casa usata, per acquistarne un’altra nuova, si potrà ricorrere al doppio Rent to Buy, si entra subito nella casa nuova, acquistata con il Rent to Buy, a 36 mesi, si libera così l’usato avendo maggiori possibilità di venderlo in quanto libera da subito. Con la formula giuridica del Rent to Buy a più breve termine diciamo 30 mesi, si potrebbe vendere il proprio l’usato reso libero, in modo da poter rogitare l’usato prima del nuovo. Altra alternativa è vendere il proprio immobile usato con il Rent to Buy girandolo in permuta al costruttore da cui si acquista il nuovo, l’operazione risulterà vantaggiosa in quando standoci la permuta con lo stesso costruttore dal quale si compra, l’usato non sarà deprezzato ed il costruttore, che ha ritirato l’usato lasciando tre anni per la vendita.

Convenienza per i Costruttori.

Con il Rent to Buy, il costruttore potrà ampliare il proprio bacino di acquirenti finanziariamente qualificati, recuperando così quella fascia di clientela che i nuovi parametri bancari di accesso al credito hanno fatto perdere.

Poter vendere anche a chi prima di acquistare il nuovo vuole vendere il proprio usato.

Per il costruttore tenere immobili invenduti, oltre ad avere un effetto negativo sui potenziali acquirenti, in quanto vedere palazzi con pochissimi inquilini e molte unità immobiliari vuote da tempo non inspira fiducia, poi tenere immobili invenduti costa, sia in termini di manutenzione che di obsolescenza che di mancato profitto come non ultimo di oneri finanziari.

Il costruttore anche non alienando le unità immobiliari, è tenuto a pagare gli oneri bancari del mutuo cantiere; il Rent to Buy è cartolarizzabile è cioè un contratto che può essere negoziato nel mercato del credito o anche con fornitori facendolo diventare credito.

I vantaggi sono numerosi è tanto più quanto si è in un momento di crisi economica come quello attuale dove l’usato impiega tempo per essere venduto ed il sistema bancario stenta ad erogare mutui.

Il prossimo articolo sul Rent to Buy tratterà di un esempio pratico per vedere il vero vantaggio economico, rispetto all’acquisto con immediata accensione del mutuo.

Gianluigi Montini – commercialista –

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 5 ottobre 2014 in Immobiliare

 

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: