RSS

CARTELLE ESATTORIALI PERCHE’ IMPUGNARLE

28 Feb

 Analizzando una cartella di pagamento, nella sezione che riguarda gli importi si potrà facilmente notare che non è dato assolutamente sapere e neanche capire in che modo gli interessi siano stati calcolati, che aliquota sia stata applicata, i giorni e la metodologia di calcolo, il tutto al fine di addivenire alla giusta pretesa tributaria.

Essendo la cartella esattoriale un atto impositivo destinato a procurare effetti sulla sfera patrimoniale del contribuente, questa deve essere adeguatamente motivata. CartellaEsattorile

Ed è’ appunto l’Ente titolare del credito (Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL, ecc.) nonché autore delle iscrizioni a ruolo che è tenuto a fornire all’Agente di riscossione tali informazioni così che, l’Agente possa correttamente riportarle in cartella, ma ciò sistematicamente non avviene.

Ecco quindi, che viene data possibilità opporle per carenza di motivazione in quanto non debitamente documentate, sia ai sensi dell’art. 3 della legge 241/90 e sui decreti attuativi che, dell’art. 7 dello Statuto del Contribuente, Legge 212 del 2000.

Molte sono state le Commissioni Tributarie dei vari ordini e gradi che hanno dato ragione al contribuente che ha esposto dette doglianze in sede di ricorso.

Cito a solo titolo esemplificativo ma non esaustivo le

Commissione Tributaria Provinciale di Napoli

Commissione Tributaria Provinciale di Torino

Commissione Tributaria Provinciale di Como

Commissione Tributaria Provinciale di Genova

Inoltre :

Commissioni Tributaria Regionale di Torino

e ancora

Corte di Cassazione Sezione Civile del 2013

Corte di Cassazione Sezione Tributaria del 2008 e del 2012

Quindi ampia è la giurisprudenza di tutti gli ordini e gradi ( non solo quella citata) che ha dato ragione al contribuente per quanto sopra accennato, provvedendo ad una pronunzia di annullamento della cartella esattoriale.

Qualora il provvedimento impugnato risultasse viziato da carenza di motivazione, il giudice tributario deve limitarsi ad una mera pronuncia di annullamento, senza proseguire ulteriormente l’indagine sull’effettiva sussistenza del debito di imposta e sostituirsi quindi all’Amministrazione finanziaria.

Questo è orami orientamento consolidato.

Altri poi possono essere le eccezioni per poter validamente impugnare una cartella esattoriale, ad esempio termini prescrizionali, difetti di notifica, mancanza di relata di notifica o suo errore, possibili carenze di fogli, eventuale carenza della causale, mancata esposizione della data di esecutività del ruolo.

Su quanto detto torneremo ampiamento in altri articoli riguardanti le cartelle esattoriali.

Concludo pertanto, affermando di non dare mai per scontato che una cartella esattoriale sia qualcosa dalla quale non potersi difendere quindi come qualcosa invalicabile.

E’ opportuno però che un’analisi della stessa venga fatta da un professionista della materia, un avvocato o un commercialista che possa dare precisa attenzione e giusta consulenza.

Puoi richiedere consulenza su tale argomento contattando l’indirizzo email :

studiomontini@hotmail.it

Gianluigi Montini – commercialista –

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 febbraio 2015 in Fiscale

 

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: